Aperto dal 1 luglio alla fine di settembre. Vi aspettiamo e vi ospiteremo con grande piacere

La storia del nostro rifugio

Il rifugio, opera alpina di alta quota dominata dal Pizzo Rosso di Predoi, sorge nell'Alta Valle Aurina poco sopra il valico del Giogo Lungo, attraverso il quale si collegano la Valle Rossa e la Valle del Vento.

L'edificio, costruito dalla Sezione di Lipsia del DÖAV, e ideale punto di appoggio per la salita del Pizzo Rosso di Predoi e del Picco dei Tre Signori, come pure per la traversata alla "Clara Hütte" (Austria) e per l'attraversamento Valle del Vento - Valle Rossa. 

L` accesso piacevole possibile attraverso entrambe le valli e la vista magnifica sul ghiacciaio del Pizzo Rosso, riesce ad offrire un esperienza alpine speciale ed indimenticabile a tutti quanti.
Nella primavera del 1887 la Sezione di Lipsia del DÖAV decise la costruzione del Rifugio, per facilitare la visita della zona, fino a quel momento ben poco percorsa. Innan­zitutto fu di grande importanza reperire una località adeguata, lontana dal pericolo di valanghe e frane (fatto estremamente importante nella Valle Rossa), con disponibilità d'acqua nelle vicinanze. Inoltre fu scelta una posizione capace di presentare una vista unica e spettacolare sulla panoramica della zona. Successivamente alla selezione del posizionamento fu acquistato il terreno. 

I lavori di costruzione furono terminati già in tarda estate, ed il 2/9/1887 il Rifugio fu inaugurato con una grande festa. L'opera era originariamente pensata come punto d'appoggio per la salita del Picco dei Tre Signori. La via di salita al Pizzo Rosso seguita oggi fu sconosciuta prima della costruzione del rifugio e perciò contribuì fin dall'inizio a dare al rifugio maggiore valore.

Nell'anno 1891 il rifugio venne gestito per la prima volta, ed in conseguenza della rapida crescita dei visitatori già nel 1905 venne completamente ristrutturato ed ampliato. Le vicende che seguirono la fine della Prima Guerra Mondiale, portarono all'esproprio del rifugio da parte dello Stato Italiano, specificamente dal CAI di Brunico. Dal 2005 il rifugio appartiene alla provincia autonoma del Alto Adige.

© 2021 Lenkjöchlhütte 00581520210 Credits Privacy Sitemap Cookie